Principale >> Notizie E Fatti >> orchidee

orchidee

Nemika Polted/Shutterstock Famiglia delle Orchidaceae Pianta d'appartamento Esposizione al sole Parte Sole Fioritura Tempo Varia Colore del fiore Verde Multicolor Arancione Rosa Viola Rosso Bianco Giallo Sottotitolo

Cura delle orchidee: irrigazione, illuminazione, rinvaso e altro

Gli editori

orchidee non hanno eguali: sono straordinariamente belli, delicati, a fioritura lunga, longevi, affascinanti nella fragranza e nella forma ed estremamente vari. Pochi piaceri nel giardinaggio superano l'emozione di vedere le orchidee prosperare e fiorire. Ecco tutto ciò che dovresti sapere sulla coltivazione di orchidee e sulla cura delle orchidee e abbiamo elencato le varietà di orchidee più comuni.

Un tempo rare e costose, le orchidee ora vendono più di ogni altra pianta d'appartamento, superando anche violette africane , crisantemi e stelle di Natale. Questo perché le moderne tecniche di clonazione consentono la produzione di massa di piante e la coltivazione che impiegava sette anni dal seme alla fioritura ora ne richiede solo due.

A proposito di orchidee

La famiglia delle orchidee è una delle più grandi nel regno delle piante da fiore: più di 25.000 specie crescono naturalmente, in tutti i continenti tranne l'Antartide. La maggiore concentrazione di varietà di orchidee si trova nelle regioni tropicali del mondo, in particolare in Asia e in Centro e Sud America. Nella maggior parte del Nord America, le orchidee devono essere coltivate al chiuso (eccezioni includono specie autoctone come la pantofola della signora).



  • Ogni orchidea ha un labbro caratteristico, molto evoluto, un petalo che sporge in un fiore di tre petali e tre sepali, alcuni fusi insieme.
  • Ogni orchidea si è evoluta per attirare un particolare impollinatore, il che ha portato all'enorme varietà nell'aspetto delle orchidee.
  • Le orchidee sono entrambe epifita (che cresce nell'aria) o terrestre (coltivazione terrestre); la maggior parte delle orchidee tropicali sono epifite. In natura, le epifite si aggrappano ad alberi e ceppi, assorbendo l'umidità dalla nebbia e dalla pioggia e dalle foglie in decomposizione.
piantare

Abbiamo visto tutti le orchidee nei supermercati e nei negozi di casa e ci siamo chiesti se fossero un acquisto saggio. Assolutamente sì, afferma Marc Hachadourian, curatore delle collezioni Glasshouse per il giardino botanico di New York. Le orchidee economiche non hanno meno probabilità di prosperare. Basta scegliere una pianta forte e dall'aspetto sano.

La maggior parte delle orchidee acquistate in negozio viene confezionata in vasi di plastica economici con le radici imballate in muschio di sfagno imbevuto. Questo è un problema, poiché hanno bisogno di un flusso d'aria per evitare il marciume radicale. Una volta portato a casa il tuo, dovresti considerare di rinvasarlo.

Rinvaso di orchidee

Suggerimenti generali per l'invasatura

  • Non rinvasare mentre una pianta sta fiorendo, poiché le fioriture potrebbero risentirne. Goditi i fiori, quindi taglia la punta del fiore esaurito con cesoie sterili e rinvasa l'orchidea.
  • Quando un'orchidea fuoriesce dal vaso, le radici scendono lungo i lati del vaso o il substrato si riduce in briciole, è tempo di rinvasare. Rinvasare all'inizio del successivo ciclo di crescita (tipicamente in primavera).
  • Le orchidee dovrebbero essere così comode nei loro vasi da poter raccogliere la pianta per le foglie e non scuotere le radici.

Come rinvasare un'orchidea

  1. Rimuovere con attenzione l'orchidea dal vaso esistente. Le nuove orchidee vengono generalmente vendute in sottili contenitori di plastica, che possono essere tagliati via.
  2. Smaltisci il vecchio substrato, soprattutto se sembra che si sfaldi o marcisca.
  3. Ispeziona le radici dell'orchidea, tagliando quelle annerite, vuote, spugnose o danneggiate in altro modo. Le radici sane sembrano bianche o verdi.
  4. Tieni la pianta in posizione verticale nel nuovo vaso e riempilo intorno con nuovo terriccio, premendo delicatamente verso il basso, a circa un pollice dalla parte superiore del vaso.
  5. Innaffia bene l'orchidea per sistemare il substrato attorno alle sue radici. Aggiungi più media se necessario.
  6. Se la pianta non rimane in posizione, valuta di picchettarla finché le sue radici non si impadroniscono del nuovo substrato. Il bambù verde e il salice riccio sono una posta in gioco attraente.

Terreno di coltivazione per orchidee

  • Non piantare mai un'orchidea nel terriccio standard. Tutte le orchidee, specialmente le specie epifite, hanno bisogno di molta aria intorno alle loro radici. Il mezzo migliore è molto leggero, poroso e drenante.
  • Le piante grandi con radici più vecchie stanno meglio in terreni di coltura più grossolani.
  • La maggior parte dei negozi di giardinaggio vendono miscele speciali per l'invasatura delle orchidee:
    • Le miscele per vasi di orchidee sono fatte di pezzi di corteccia di abete fini, medi o grossolani, che di solito sono combinati con perlite, torba o muschio di sfagno e carbone per l'orticoltura. (Puoi mescolare il tuo, usando da quattro a sei parti di corteccia per una parte di ciascuno degli altri componenti.)

Vasi per orchidee

  • Le orchidee sono comunemente coltivate in vasi di terracotta perché consentono un flusso d'aria extra. Ci sono anche speciali vasi per orchidee che hanno ampie fessure di drenaggio attorno ai lati del vaso. Questi 'spioncini' consentono il movimento dell'aria e facilitano anche il controllo della salute delle radici.
  • Seleziona un vaso abbastanza grande da consentire almeno un pollice di spazio di crescita intorno alle radici.
Quale

Nei loro habitat nativi, le orchidee crescono come erbacce, ma sono inclini alla nostalgia di casa come piante d'appartamento. Per i migliori risultati, fornire le condizioni che preferiscono. Alcune specie hanno preferenze individuali, ma tutte hanno bisogno di un equilibrio tra luce, aria, acqua, cibo, riposo e, di tanto in tanto, un nuovo vaso per prosperare.

fiori di orchidea

Naturalmente, le orchidee sono famose per i loro bellissimi fiori, che possono sembrare durare per sempre. Tuttavia, le orchidee possono essere pignoli riguardo alla fioritura. Ecco le risposte ad alcune domande comuni sui fiori di orchidea:

  • Ogni quanto fioriscono le orchidee? Dipende dal tipo di orchidea. Le orchidee Phalaenopsis fioriranno facilmente ogni pochi mesi, mentre altri tipi possono essere limitati a una o due volte l'anno.
  • Quanto durano i fiori di orchidea? A seconda della specie, i fiori di orchidea possono durare da diversi giorni a diverse settimane. In generale, dureranno più a lungo se l'orchidea viene conservata in un luogo fresco, annaffiata a sufficienza e non stressata.
  • Quando devo tagliare la spiga del fiore? Non appena i fiori appassiscono e iniziano a staccarsi dal gambo (chiamato 'picco'), può essere tagliato. Pota la punta alla base, facendo attenzione a non tagliare accidentalmente anche foglie o radici. Le orchidee Phalaenopsis sono un'eccezione: spesso producono più fiori dallo stesso picco di fiori, quindi non essere troppo veloce per tagliarlo una volta che i fiori svaniscono. In effetti, lasciare il picco del fiore sulle orchidee Phalaenopsis può accelerare il tempo tra le fioriture.
  • Perché la mia orchidea non fiorisce? Molto probabilmente la tua orchidea non riceve abbastanza luce. Leggi di più sull'illuminazione qui sotto!

Illuminazione

  • Senza una luce adeguata, aspettati una crescita rigogliosa ma senza fiori. La luce insufficiente è il motivo più comune per la mancata fioritura.
  • Queste piante prosperano in condizioni di luce intensa, ma la luce solare diretta può bruciare le orchidee. La luce brillante e indiretta da una finestra orientale o meridionale è l'ideale.
  • Il colore delle foglie è un buon indicatore della quantità di luce che riceve un'orchidea:
    • Foglie verde brillante indicano una pianta felice e sana.
    • Foglie verde scuro segnalano che una pianta non riceve abbastanza luce.
    • Foglie giallo-verdi o rosse indicano che una pianta riceve troppa luce.
  • Se sospetti che la tua orchidea sia esposta a troppa luce, senti le foglie. Se si sentono notevolmente più caldi dell'aria circostante, sposta la pianta in un luogo con una luminosità meno intensa.

finestra-orchidea-352609_1920_full_width.jpg

Circolazione d'aria

  • Le orchidee devono anche avere aria fresca e circolante. In natura, le brezze continue e delicate sono vitali per la loro sopravvivenza. L'aria in movimento aiuta a far evaporare l'acqua stagnante, che è un terreno fertile per funghi e batteri che rimangono intrappolati durante l'irrigazione.
  • La ventilazione aiuta anche le orchidee a tollerare la luce intensa che altrimenti brucerebbe le foglie. Crea una leggera brezza: apri le finestre in estate e usa un ventilatore oscillante in inverno. Senza ventilazione, le orchidee possono eventualmente morire per marciume, mancanza di anidride carbonica o malattie.

irrigazione

  • Gli esperti dicono che più orchidee vengono uccise da un'irrigazione errata che da qualsiasi altra causa. Le orchidee dovrebbero essere annaffiate appena si seccano. L'eccessiva irrigazione può portare alla putrefazione, che uccide le radici dell'orchidea.
  • Non innaffiare le orchidee con cubetti di ghiaccio! La maggior parte delle piante d'appartamento di orchidee sono specie tropicali e non apprezzeranno il freddo diretto di un cubetto di ghiaccio. (Considera come ti sentiresti se qualcuno ti gettasse addosso un secchio di ghiaccio in spiaggia!)
  • Per sapere quando annaffiare, prendi l'orchidea in vaso ed esaminala: il terriccio è asciutto? La pentola sembra leggera? Ciò significa che probabilmente ha bisogno di un drink.
  • Un altro modo per capire se un'orchidea ha sete è guardare le sue radici:
    • Radici bianche carnose indicare un'orchidea sana che viene annaffiata correttamente. Quando innaffiate, le radici sane dovrebbero diventare di un verde brillante.
    • Radici grigie avvizzite segnala che l'orchidea ha bisogno di più acqua.
    • Radici avvizzite o spugnose marroni e nere sono un segno di marciume, quindi riduci l'irrigazione.
  • In generale, innaffiare le piante nelle prime ore del giorno con acqua tiepida una volta alla settimana in inverno e due volte a settimana nei climi più caldi. Innaffia finché l'acqua non fuoriesce liberamente dalla pentola; questo elimina anche eventuali sali naturali. Quando l'aria interna è secca, spruzza le orchidee con acqua tiepida per mantenere alta l'umidità. I terrestri preferiscono essere mantenuti leggermente più umidi delle epifite.

fertilizzazione

  • Come regola generale, fertilizzare le orchidee ogni 2 settimane durante il picco di crescita (primavera ed estate) e una volta al mese durante la dormienza (autunno e inverno). Usa un fertilizzante 30-10-10 o un cibo per orchidee, diluito a metà della forza.
  • Avvicinandosi alla fioritura, vai sul sicuro con un fertilizzante bilanciato, come 20-20-20.
  • Molti coltivatori esperti fertilizzano settimanalmente, debolmente.

dormienza

  • Molte orchidee hanno bisogno di un periodo di dormienza, o riposo, generalmente in inverno. Durante questo periodo, quando dovresti ridurre o interrompere la fertilizzazione, le piante rafforzano i loro sistemi di radici, coltivano foglie e accumulano energia per il loro prossimo scatto di crescita e fioritura. In genere, un'orchidea può rifiorire ogni 8-12 mesi.
Parassiti/malattie

Le orchidee sono piante relativamente prive di parassiti, ma qui ci sono alcuni possibili parassiti. Tutti questi possono essere affrontati prima con opzioni non chimiche:
Lavare con acqua tiepida e sapone insetticida OPPURE utilizzare un batuffolo di cotone e alcool isopropilico OPPURE utilizzare olio di Neem OPPURE Oli per l'orticoltura superiori.

come piantare un seme d'arancia
  • Afidi: Cerca goccioline appiccicose chiare ovunque sulla tua pianta.
  • Scala: Controlla sulla parte inferiore delle foglie vicino alla vena centrale della foglia o sui bordi della foglia. Nota, quando elimini questi parassiti, nota che hanno un guscio duro e squamoso che deve essere penetrato o rotto).
  • cocciniglie: Cerca una massa cotonosa bianca sul petalo e sulla colonna in alto a destra. Di solito sono necessari più trattamenti insetticidi per sbarazzarsene. Utilizzare i trattamenti naturali suggeriti sopra. Oppure, rivolgiti a Orthene (Acephate) per le infestazioni più gravi.
  • Tripidi: Queste minuscole creature simili a moscerini che sembrano striature chiare sui fiori o punteggiate sulle foglie. Anche i boccioli dei fiori sono generalmente deformati. Il Neem di solito è efficace.
  • Acari di ragno: Questi piccoli ragazzi si presentano come una sottile tessitura sulle foglie o un effetto punteggiato. Lavare con un forte getto di acqua calda e sapone. Quindi spruzzare con sapone insetticida.
  • Lumache e Lumache esci di notte e lascia una scia viscida, quindi se sospetti di loro, prendi una torcia la sera per cercare questi colpevoli. Guarda anche sotto le tue pentole. Usa esche Sluggo (sicure) o prova il vecchio trucco della birra. Metti fuori un piatto poco profondo (profondo 1/2 pollice) di birra e saranno nel liquido la mattina successiva.

Le orchidee raramente soffrono di malattie, ma ne abbiamo elencate alcune comuni:

  • marciume radicale può verificarsi quando le radici vengono mantenute troppo bagnate. Fornisci un flusso d'aria e acqua adeguati secondo i suggerimenti sopra e la tua orchidea non dovrebbe avere problemi.
  • marciume della corona fa sì che il punto di crescita centrale diventi nero o marcisca. Non lasciare acqua nella corona della pianta o questo invita la malattia. Di solito non è recuperabile.
  • Macchia fogliare è il danno che la maggior parte delle malattie fungine e batteriche lasciano dietro sono macchie circolari o oblunghe sul fogliame o sui fiori. Puoi rimuovere le foglie malate tagliando la foglia da circa 1/2 pollice a 1 pollice in un tessuto fogliare sano che non mostra segni di malattia. Fai attenzione a non tagliare il tessuto malato e poi il tessuto sano, altrimenti diffonderai la malattia.
Varietà consigliate

Ci sono molte bellissime varietà di orchidee in circolazione oggi. Può diventare opprimente, quindi abbiamo evidenziato alcuni dei tipi più comuni per iniziare.

  • Cattleya, la 'orchidea classica' (epifita o che cresce nell'aria): la vistosa orchidea a corpetto ha fiori arruffati in colori luminosi e un profumo ricco, inebriante e con una nota di vaniglia. Per ottenere fioriture, richiede da 5 a 6 ore di luce al giorno. Spostalo fuori in estate e annaffia abbondantemente.

bestiameya-2728019_1920_full_width.jpg
Cattleya

  • Oncidium, l'orchidea danzante (di solito epifita): Oncidium facile da coltivare porta piccoli fiori che ondeggiano come ballerine danzanti. Questi fiori fantasiosi a crescita rapida appaiono in ogni dimensione, forma e colore che puoi immaginare. Ha bisogno di luce filtrata dalle 5 alle 8 ore al giorno.

oncidium-2813517_1280_full_width.jpg
oncidio

quanto diventano grandi i rododendri
  • Phalaenopsis, l''orchidea falena' (epifita): la scelta migliore per i principianti, è facile da curare e in rapida crescita, producendo abbondanti spruzzi di fiori bianchi, rosa, gialli, rossi, maculati o striati che durano da 3 a 6 settimane. È molto sensibile al freddo e ha bisogno di molta umidità. Nutrilo bene.

phalaenopsis-621906_1920_full_width.jpg
Phalaenopsis

  • Cymbidium, l''orchidea all'occhiello' (di solito terrestre o che cresce sulla terra): aspettati spruzzi intricati e arcuati con doppie file di grandi fiori audaci (da 3 a 5 pollici) in colori dal pastello al primario. Nativi in ​​molte parti dell'Asia, i Cymbidium amanti del fresco sono davvero orchidee da esterno; nel sud della California, sono piante da giardino ideali. I Cymbidium sono spesso profumati, specialmente quelli con fiori verdi.

Cymbidium
Cymbidium

  • Paphiopedilum, l''orchidea pantofola' (terrestre): spesso chiamata 'Lady's Slippers', questa orchidea è ottima per i principianti e una delle orchidee più facili da coltivare. Le orchidee pantofola hanno fioriture di lunga durata, sfoggiando fiori stravaganti in tonalità sensazionali e misteriose. Hanno anche un fogliame modellato che è attraente anche quando non è in fiore. Le pantofole da donna sono disponibili in molti colori e modelli.

slipper-orchid-747790_1920_full_width.jpg
Paphiopedilum

  • Dendrobium, l''orchidea dai mille volti' (di solito epifita): questa pianta amante della luce prospera quando è legata al vaso, non sopporta di avere i piedi bagnati e non ama essere disturbata. I fiori sono più spesso bianchi o viola e bianchi. Usa un piccolo vaso e rinvasa solo ogni pochi anni.

orchidea-453410_1920_full_width.jpg
Dendrobium

Orchidee tinte

Occasionalmente potresti vedere orchidee Phalaenopsis con fiori blu neon o arancio brillante in vendita nei negozi. Sfortunatamente, questi fiori sono stati tinti, il che significa che il fiore non sarà dello stesso colore brillante se la pianta fiorisce di nuovo. Non c'è niente di sbagliato nell'acquistare queste piante, ma dovresti sapere che in futuro produrranno solo fiori bianchi o rosa chiaro.

Orchidee profumate

Alcune orchidee hanno un profumo incredibile. Tra i più profumati ci sono . . .

  • Angranthes grandelena : dolce gelsomino
  • Brassavola nodosa : fresia o mughetto
  • Cattleya walkeriana e ibridi: cannella e vaniglia
  • Maxillaria tenuifolia : cocco tostato
  • Miltoniopsis santanaei : Rose
  • Neofinetia falcata : gelsomino
  • Oncidium 'Sharry Baby' : vaniglia e cioccolato
  • Phalaenopsis bellina : fresia con un tocco di limone
  • Phalaenopsis violacea : piccante, cannella
  • Rhynchostylis gigantea : potente agrumi
  • Zygopetalum : giacinto
Spirito e saggezza

Bambini di orchidea

Molte orchidee producono bambini! Sono piccole piante o 'keikis' che puoi rimuovere e rinvasare per far crescere più orchidee! Guarda come invasare un orchidea keiki.

Lo sapevate?

Le orchidee producono abilmente fiori che ricordano l'impollinatore che vogliono attirare. Ophrys apifera (sotto) ha l'aspetto di un'ape femmina che visita un fiore rosa. Pertanto, attira l'attenzione delle api maschi. Quando uno atterra sull'orchidea, viene spolverato di polline, che poi diffonde quando vola via.

ophrys-apifera-855469_1920_full_width.jpg

piante d'appartamento
Almanacco Garden Planner

Il pianificatore di giardini n. 1 al mondo è appena migliorato

Recentemente progettato per essere più facile e veloce! Fai crescere il tuo futuro con un giardino ben pianificato!
Per saperne di più

Ottieni l'aggiornamento giornaliero di Almanac

Newsletter gratuita via e-mail

Indirizzo email

Commenti

Aggiungi un commento

Wendy (non verificato)

3 mesi 3 settimane fa

La foglia inferiore della mia orchidea sta diventando gialla. Cosa dovrei fare? Lascia che si asciughi o rimuovilo dalla pianta.

Gli editori

3 mesi 1 settimana fa

In risposta a Orchid byWendy (non verificato)

Ciao, Wendy, abbiamo portato questa domanda a un servizio di estensione cooperativo:

Mentre è normale che le foglie più vecchie dell'orchidea falena (Phalaenopsis) diventino gialle e si secchino man mano che invecchiano, quando c'è un ingiallimento uniforme e l'avvizzimento delle foglie più recenti, è un segno di angoscia. L'avvizzimento suggerisce che manca l'acqua che raggiunge le foglie. Controlla il sistema radicale della tua pianta. Se le radici sono in cattive condizioni, non possono assorbire acqua. L'eccessiva irrigazione può far marcire le radici. Se non rinvasi la tua orchidea da un paio d'anni, il substrato potrebbe essersi rotto e diventare troppo denso per consentire un buon drenaggio. La putrefazione batterica può anche verificarsi se si lascia che l'acqua si sieda attorno al germoglio centrale o nelle guaine fogliari per un lungo periodo di tempo. Innaffia solo al mattino in modo che le tue piante possano seccarsi al calar della notte. Non lasciarli mai stare in acqua e mantieni le piante in un luogo in cui possono ottenere una buona circolazione dell'aria, luce indiretta e una calda temperatura diurna superiore a 75°C.

Spero questo sia di aiuto!

Anna (non verificata)

8 mesi fa

Sono un nuovo coltivatore di orchidee; Mi è stata regalata una phalaenopsis ed è molto bella. Ero entusiasta di convincere più fiori dai suoi boccioli.
Non mi è chiaro cosa fare quando smette di fiorire. Ritaglio l'intero stelo? Lascio il gambo ma rimuovo solo i fiori morti? E un momento senza fiori è un momento 'dormiente' in cui non voglio nutrirlo o annaffiarlo altrettanto? Grazie - le tue informazioni sono così utili!

Donna Hayes (non verificato)

9 mesi 3 settimane fa

Mi è piaciuto questo articolo.

Ho molti cymbidium e ho una domanda e un commento.

Hai esempi di cymbidium profumati? Non ne conosco nessuno.

I Cymbidium non prosperano nel terreno. Tutto quello che ho visto era piantato in corteccia di orchidea di ottima qualità.

in che giorno riportiamo indietro i nostri orologi

Lena (non verificato)

10 mesi 1 settimana fa

Ottimo articolo. Molto apprezzato

  • Altri commenti
Il vecchio contadino